• Home
  • Ambiti di intervento
  • Supporto psicologico

Supporto psicologico

"Continua a scalare.
Puoi fare tutto ciò che scegli di fare,
se prima scopri chi sei
e se sei disposto a lavorare
con una forza superiore a te stesso per farlo."

Caled Brown

È un percorso di breve durata che si conclude quando:

  • La persona ha raggiunto l’obiettivo, prefissato durante il primo colloquio conoscitivo.
  • Ha imparato a controllare alcune emozioni (negative).
  • Ha acquisito maggiore consapevolezza riguardo al proprio malessere.
  • Ha elaborato strategie funzionali per il proprio benessere.
  • Ha raggiunto/acquisito una maggiore autostima e forza personale.
  • La persona ha compreso le proprie modalità di pensiero e/o di comportamento.

In questo contesto lo psicologo “supporta” la persona che sta vivendo un momento di difficoltà, l’aiuta a riflettere e trovare una soluzione al suo problema.

Non sarà il professionista a dare consigli. Sarà la persona, che osservando da una nuova prospettiva ed in un contesto protetto e senza giudizio il proprio “malessere”, troverà la chiave interna per superarlo.

La durata del percorso può richiedere 3/4 colloqui come un ciclo più lungo. Sempre e comunque definito con la persona.

Nello specifico ci si focalizza insieme sui punti di forza (sulle risorse) della persona in generale e/o riferite al problema descritto.

Questo intervento è rivolto sia a singoli sia ad un nucleo familiare.

La causa è una difficoltà circoscritta e specifica:

  • Stress lavorativo/scolastico
  • Burnout
  • Periodo adolescenziale
  • Cambiamento di vita improvvisa
  • Malattia
  • Gestione della rabbia (personale o durante l’adolescenza)
  • Emozioni negative
  • Aspetti educativi rivolti alla genitorialità
  • Separazioni e divorzi
  • Problematiche/difficoltà relazionali
  • Lutti
  • Traumi
  • Aiuto per l’accettazione post valutazione cognitiva o diagnosi per esempio di DSA, ADHD
  • Bassa autostima, ecc.

Grazie ai colloqui, al potersi mettere in gioco in un luogo ed in una situazione “protetta”, cioè senza giudizio, la persona è accompagnata a:

  • Aprirsi per descrivere la difficoltà/sofferenza,
  • Riviverla,
  • Capire come superarla,
  • Conoscere meglio i propri punti di forza/le proprie risorse ed eventualmente potenziare quelle carenti.

Dr.ssa Federica Ciocca
Psicologa, Psicoterapeuta a Torino


P.I. 02449950035
© 2021. «powered by Psicologi Italia». È severamente vietata la riproduzione, anche parziale, delle pagine e dei contenuti di questo sito.
www.psicologi-italia.it